gototopgototop
 screen         carattere         colore           contrasto           

Effettua il login per acquistare

RICERCA PER CATEGORIA

EDITORI



Cerca periodico

Autore - titolo


VirtueMart
Il carrello è vuoto.

Mostra Carrello
Il carrello è vuoto.

Ai sensi della normativa internazionale sui cookies vi informiamo che questo sito o gli strumenti di terze parti da questo utilizzati si avvalgono di cookies necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella pagina di condizioni di fornitura e privacy. Scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera si acconsente all'uso dei cookies. Ezpress non memorizza i dati di navigazione nè usa cookies a fini promozionali o commerciali

LIBRERIA arrow ARTI RAPPRESENTATIVE arrow Teatro arrow Porta, Bertati, Da Ponte: Don Giovanni


Porta, Bertati, Da Ponte: Don Giovanni
Clicca per visualizzare
la copertina e il sommario


Porta, Bertati, Da Ponte: Don Giovanni

Versione Digitale

LED Edizioni Universitarie
ezPrice: €25,99



Autore: Luciano Paesani

Editore: LED Edizioni Universitarie


Il 29 ottobre del 1787 andò in scena a Praga il Don Giovanni di Mozart e Da Ponte. In breve tempo, dal palcoscenico praghese fu catapultato nella leggenda, divenendo l’Opera delle opere. L’autore di quel libretto aveva trasformato, negli anni, l’abilità riconosciutagli nel copiare-trasformare-riscrivere-riadattare in un magistero, una vera virtù. A proposito di questo suo libretto per Mozart, si è sempre ritenuto che lui abbia il debito più grande nei confronti di Bertati, passando sotto silenzio il ruolo che Nunziato Porta ha storicamente, drammaturgicamente avuto proprio nella trattazione di quel soggetto che lo aveva imposto all’attenzione dei suoi contemporanei. Così, non condividendo questa valutazione critica, propongo una serie di riflessioni partendo dall’analisi drammaturgica comparata, prima dei tre libretti di Porta e, poi, di quello di Bertati, evidenziandone le tracce che saranno successivamente presenti nel libretto «sommo» di Da Ponte. Prima di affrontare l’analisi dei libretti, ritengo comunque utile soffermarmi sull’ambiente nel quale i personaggi, oggetto oggi di trattazioni e di dispute accademiche, vivevano, tracciandone un profilo che ponga ciascuno di loro in relazione con l’altro, per meglio cercare di capirne gli umori, le contrapposizioni, le inimicizie ed i comportamenti conseguenti, altrimenti non sempre comprensibili. Ricacciare quei personaggi nella mischia, anziché isolarli dal contesto, può forse aiutarci a capirne meglio le debolezze, dandoci un’idea più disincantata e verosimile della complessa precarietà della loro esistenza quotidiana all’ombra delle luci della ribalta.







altre categorie


Direzione e Produzione (6)

Drammaturgia (25)

Mimica (4)

Storia e Critica (21)

ENTRA E GUARDA LE NOSTRE VETRINE



SCOPRI LE FUNZIONALITA' DI EZPRESS


RICARICA

PREVIEW

RISPOSTE

REGALA

FUNZIONALITA' RISERVATE AGLI UTENTI REGISTRATI


EZCLOUD

SCRIVICI

ACCOUNT

EZCHECKOUT