gototopgototop
 screen         carattere         colore           contrasto           
Effettua il login per acquistare

RICERCA PER CATEGORIA

EDITORI



Cerca periodico

Autore - titolo


VirtueMart
Il carrello è vuoto.

Mostra Carrello
Il carrello è vuoto.

Ai sensi della normativa internazionale sui cookies vi informiamo che questo sito o gli strumenti di terze parti da questo utilizzati si avvalgono di cookies necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella pagina di condizioni di fornitura e privacy. Scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera si acconsente all'uso dei cookies. Ezpress non memorizza i dati di navigazione nè usa cookies a fini promozionali o commerciali

LIBRERIA arrow FILOSOFIA arrow Politica arrow Giovanni Amendola


Giovanni Amendola
Clicca per visualizzare
la copertina e il sommario


Giovanni Amendola

Versione Digitale

Salerno Editrice
ezPrice: €14,99



Autore: Alfredo Capone

Autore prefazione: Giorgio Napolitano

Editore: Salerno Editrice


Il libro, attraverso la filosofia di Giovanni Amendola, fornisce la chiave per capire il suo pensiero politico, che definisce la democrazia liberale moderna come fondata sul superamento del principio individualistico del liberalismo classico, e su una concezione della religione come cristianesimo filosofico e aconfessionale. La democrazia politica di Amendola aveva le sue radici nel radicalismo risorgimentale nel cui solco egli collocava il riformismo del Partito socialista al quale aderì adolescente. Attraverso l’analisi del suo pensiero e delle sue vicende politico-biografiche, come l’esperienza della guerra – che mise a nudo le sue illusioni interventiste e il suo sogno di una “Grande politica nazionale” – l’autore mette in luce la svolta in senso radicale della sua concezione della democrazia, che si fondava sulla presa d’atto della catastrofe irreversibile della classe dirigente italiana nel suo insieme. Giovanni Amendola segnò la linea di non ritorno dove finiva l’Italia liberale e laica del Risorgimento e cominciava l’Italia dei partiti di massa. Amendola deve la sua “sfortuna” storiografica, secondo l’autore, alla struttura del sistema politico italiano i cui conflitti trovano sempre una ricomposizione sulla frontiera del populismo, del consociativismo e dunque nel rifiuto della democrazia liberale europea di cui il nostro fu il massimo esponente nell’Italia contemporanea e, per molti aspetti, il fondatore.







ENTRA E GUARDA LE NOSTRE VETRINE

ezPrice
€11,99


ezPrice
€9,99


ezPrice
€9,99


ezPrice
€7,99


ezPrice
€7,99


ezPrice
€9,99




SCOPRI LE FUNZIONALITA' DI EZPRESS


RICARICA

PREVIEW

RISPOSTE

REGALA

FUNZIONALITA' RISERVATE AGLI UTENTI REGISTRATI


EZCLOUD

SCRIVICI

ACCOUNT

EZCHECKOUT