gototopgototop
 screen         carattere         colore           contrasto           
Effettua il login per acquistare

RICERCA PER CATEGORIA

EDITORI



Cerca periodico

Autore - titolo


VirtueMart
Il carrello è vuoto.

Mostra Carrello
Il carrello è vuoto.

Ai sensi della normativa internazionale sui cookies vi informiamo che questo sito o gli strumenti di terze parti da questo utilizzati si avvalgono di cookies necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella pagina di condizioni di fornitura e privacy. Scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera si acconsente all'uso dei cookies. Ezpress non memorizza i dati di navigazione nè usa cookies a fini promozionali o commerciali

LIBRERIA arrow STORIA arrow La notte in cui Mussolini perse la testa ePub
L'uomo che scrisse la Bibbia ePubIl colibrì ePub

La notte in cui Mussolini perse la testa ePub
Clicca per visualizzare
la copertina e il sommario


La notte in cui Mussolini perse la testa

Versione Digitale ePub

Neri Pozza
ezPrice: €7,99



Autore: Pier Luigi Vercesi

Editore: Neri Pozza


Alle 17,15 di sabato 24 luglio, in una Roma devastata dai bombardamenti alleati sul quartiere di San Lorenzo, si riunì, per la prima volta dallo scoppio della guerra, il Gran Consiglio del fascismo. Ufficialmente era l’organo delle supreme decisioni; nella pratica era il teatro dei monologhi del dittatore. Gli Alleati avevano occupato la Sicilia e la popolazione era allo stremo. Il 19 luglio, Mussolini aveva incontrato, a Feltre, Adolf Hitler, sperando di convincerlo ad abbandonare il fronte russo e a concedere all’Italia una via d’uscita che non comportasse la distruzione del Paese. Non gli venne concesso di aprire bocca. Da un mese, nella capitale si mormorava di congiure militari, di palazzo, persino vaticane. Una sola cosa era certa: Mussolini, l’onnipotente, era il busto ingombrante che qualcuno doveva trovare il coraggio di abbattere dal piedistallo. La convocazione del Gran Consiglio dipendeva da lui, che fino a tre giorni prima aveva respinto ogni pressione. Sapeva che Dino Grandi, presidente della Camera, aveva stilato un ordine del giorno in cui gli veniva chiesto di rimettere nelle mani del sovrano i poteri militari e politici. La riunione, a differenza del passato, venne tenuta in gran segreto. Buona parte dei convocati si presentò con le tasche piene di bombe a mano, prevedendo una resa dei conti. La riunione si protrasse fino alle due di notte del 25 luglio. Cosa accadde in quelle ore fatali? E chi erano i personaggi che tennero testa all’uomo che da vent’anni governava senza contraddittorio la nazione?







altre categorie


Africa (34)

America Latina (31)

America Settentrionale (7)

Americhe (Nord, Centrale, Sud, Indie Occidentali) (6)

Antica (193)

Asia (61)

Australia e Nuova Zelanda (0)

Canada (1)

Civilizzazione (7)

Ebraica (62)

Europa (1273)

Geografia Storica (71)

Indie Caraibiche e Occidentali (1)

Medievale (296)

Medio Oriente (86)

Militare (251)

Moderna (1284)

Mondo (10)

Nativi Americani (14)

Olocausto (77)

Riferimento (3)

Rinascimento (51)

Rivoluzionaria (22)

Saggi (86)

Spedizioni e Scoperte (12)

Stati Uniti (23)

Storia Sociale (600)

Storiografia (112)

Studio e Insegnamento (3)

Regioni Polari (2)

ENTRA E GUARDA LE NOSTRE VETRINE

ezPrice
€13,99
ezPrice
€9,99
ezPrice
€19,99
ezPrice
€3,99
ezPrice
€0,99
ezPrice
€3,99


SCOPRI LE FUNZIONALITA' DI EZPRESS


RICARICA

PREVIEW

RISPOSTE

REGALA

FUNZIONALITA' RISERVATE AGLI UTENTI REGISTRATI


EZCLOUD

SCRIVICI

ACCOUNT

EZCHECKOUT