Background Image
Table of Contents Table of Contents
Previous Page  9 / 10 Next Page
Information
Show Menu
Previous Page 9 / 10 Next Page
Page Background

LUGLIO 2021 | UFO |

9

INTERNATIONAL

L

a stragrande maggioranza degli

ufologi non sa che quanto sta

divulgando Mauro Biglino attraverso

i suoi libri e le sue conferenze era

stato portato alla ribalta della

cronaca nel lontano 1974 da una

persona rispettabilissima che scelse lo

pseudonimo di Jean Polit per pubblicare a

proprie spese un libro attribuendogli un titolo

tanto singolare quanto intrigante “Un

extraterrestre il Dio della Bibbia?”. La sua vera

identità, conosciuta agli inizi solo da pochi intimi,

è rimasta celata fino ai nostri giorni, da

considerare che quest’uomo ricopriva nella

società un ruolo di un certo prestigio. Come è

normale nella vita.. ad ogni inizio c’è sempre una

fine. Così è giunto (purtroppo) il momento della

sua dipartita, ciò ci ha rattristato moltissimo, lo

conoscevamo da tempo e lo stimavamo molto

per le sue alte qualità culturali e umane.

Sentendomi telefonicamente con il figlio, in

occasione delle condoglianze, nel voler

informare i nostri lettori di questa inaspettata

scomparsa, ho avuto il suo consenso di rivelare la

vera identità del padre che si è celata per tanti

anni sotto lo pseudonimo di Jean Polit.

Riportiamo adesso le testuali parole del figlio

Domenico in risposta ad alcune domande alle

quali, molto gentilmente, non si è voluto

sottrarre.

Qual é stato il motivo che indusse suo padre a

pubblicare il libro sotto uno pseudonimo e

perché la scelta cadde su “Jean Polit”?

Domenico:

Mio padre era anche un poeta. La sua

carriera di scrittore iniziò proprio come poeta.

Scrisse 2 libri, uno sull'Africa e il terzo mondo

intitolato “Africa Buongiorno”, l'altro “Pace, Pace,

Pace” scritto ai tempi della guerra in Vietnam alla

fine degli anni '60 e che porta dentro anche i

ricordi della sua infanzia vissuta sotto le bombe

del secondo conflitto mondiale lungo la

Linea

Gustav

al confine fra Campania e Lazio, dove si

ricordano due importanti battaglie quella del

Montelungo e quella di Montecassino. E un nome

in francese è sicuramente poetico e artistico.

Jean

deriva da Giovanni in francese, mentre

Polit

è semplicemente un acronimo e parafrasi di un

nome in francese che ha a che fare con questioni

di famiglia su cui però preferisco mantenere

riserbo. Il motivo per cui lo scelse era per

riservatezza e per non attirare troppe attenzioni,

data la sua esposizione professionale come

avvocato, sociale e anche religiosa. Dopo tutto

TRATERRESTRE!

Che il veterotestamentario Jahvé fosse in realtà

un alieno con i suoi angelici “carri celesti”(ovvero

astronavi) non lo ha affermato solo un autore odierno

come Mauro Biglino. Questi è infatti stato anticipato

fin dagli Anni Cinquanta del secolo scorso da autori

statunitensi, inglesi, francesi e spagnoli. E anche da un

coraggioso scrittore italiano, amico di Roberto Pinotti:

Giovanni Galardo, che ne scrisse sotto pseudonimo…