Background Image
Previous Page  6 / 7 Next Page
Information
Show Menu
Previous Page 6 / 7 Next Page
Page Background

uando esisteva la Repub-

blica Democratica Tede-

sca, la Germania Est o

DDR, tutti i voli erano regolati e

strettamente controllati dalla

Stasi per impedire fughe all’ovest.

Gli aerei radiati dal servizio con

l’aeronautica o gli aero club sta-

tali erano immediatamente di-

strutti, molte volte bruciati.

Quando nel 1979 una coppia riu-

scì a scappare in Baviera con un

pallone autocostruito e alcuni

alianti e uno Zlin Z-23 fuggirono

a Gatow, nel settore britannico di

Berlino, tutte le attività di avia-

zione generale, sotto il controllo

statale, furono temporaneamente

sospese e 42 dei 77 aeroporti,

quelli a meno di 50 km. dalla

frontiera con la Germania Ovest,

furono chiusi. Gli altri diventaro-

no “Sperrgebiete”, aree vincolate

cui potevano accedere solo per-

sone controllate dalla Stasi. An-

che la Gesellschaft fur Sport und

Technik, GST, l’associazione stata-

le che era il trampolino di lancio

per la National VolksArmee, NVA,

le forze armate, fu messa sotto il

controllo della Stasi.

Nel 1976 la Germania Est fu col-

pita da una prolungata siccità che

portò a un altissimo rischio di in-

cendi boschivi e, obbedendo alle

misure di prevenzione vigenti, la

sezione locale della GST all’aero-

porto di Riesa-Göhlis non diede

alle fiamme un vecchio PZL/WSK-

Okecie CSS-13 (Polikarpov Po-2

costruito in Polonia) DM-WAH,

prima usato per il traino alianti.

Finita l’emergenza, un pilota della

GST mise al sicuro la vecchia cel-

lula in un hangar, dove rimase per

decenni. Era una violazione delle

regole molto seria, che nel clima

repressivo dellaGermania Est po-

teva portare alla prigione.

I primi anni del DM-WAH

Salvato dalla distruzione, il CCS-

13DM-WAH, n/c 0408, è rimasto

nascosto in un hangar di alianti,

coperto da teli, e ha iniziato a de-

teriorarsi per l’umidità e per van-

dalismi. Dopo alcuni anni quello

che restava dell’aereo fu portato

all’aeroporto abbandonato di Rie-

sa-Canitz in Sassonia, e nascosto

sotto dei vecchi pneumatici.

Non c’erano le condizioni per re-

staurarlo, ma la sua storia non è

stata dimenticata: costruito nel

1954, il CSS-13 “0408” fu usato

dalla compagnia LOT come aereo

agricolo, dotato di installazioni

per l’irrorazione, con la registra-

zione SP-ATA. Nel luglio 1967,

quando il governo polacco passò

dodici CCS-13 alla Germania Est,

64 - JP4

Ottobre 2021

VETERANI

Il Polikarpov venut

La storia di un raro PZL/WSK-Okecie CSS-13 (Polikarpov Po-2 costruito in

Polonia) miracolosamente scampato alla distruzione nella Germania dell’Est.

S

TEFAN

D

EGRAEF

Q