Background Image
Previous Page  9 / 10 Next Page
Information
Show Menu
Previous Page 9 / 10 Next Page
Page Background

NEWS

MONDO

reccom.org

L

a verità è la fuori, anzi, la verità è sta-

ta sempre nelle mani della CIA e do-

po decenni viene messa a disposizio-

ne di chiunque grazie a un rilascio di docu-

menti UFO come mai avvenuta. La CIA ha

dichiarato di aver aperto il suo intero ar-

chivio che contiene tutta la documentazio-

ne in suo possesso sugli “oggetti volanti

non identificati”, UFO o come vengono

chiamati oggi UAP “fenomeni aerei non

identificati”. L’archivio contiene centinaia

di documenti oggi desecretati e risalenti a

più di mezzo secolo fa. Il rilascio di dati

senza precedenti è dovuta a uno sforzo a

lungo sostenuto dal sito web The Black

Vault, che ha reperito e condiviso docu-

mentazione governativa declassificata su-

gli UFO fin dalla metà degli anni ’90. The

Black Vault, come racconta il fondatore

John Greenewald Jr sta lottando dal 1996

per il rilascio della documentazione top se-

cret sugli UFO, che hanno iniziato a circo-

lare in modo sommesso a partire degli anni

’80 dopo un procedimento legale in relazio-

ne al Freedom of Information Act (FOIA ).

Sebbene parte della documentazione sia

già nota, questa è la prima volta che l’ar-

chivio presumibilmente completo dei rap-

porti UFO della CIA è stato reso pubblico.

Questo è stato reso possibile dopo che The

Black Vault ha acquisito un CD-ROM dalla

CIA contenente tutta la sua raccolta di regi-

strazioni sugli UFO, incluse molte informa-

zioni che non sono mai state mostrate pri-

ma, secondo quanto la stessa CIA ha am-

messo. Greenewald, tuttavia, fa notare che

non esiste un modo semplice per verificare

effettivamente se la documentazione rila-

sciata sia l’intero archivio della CIA, come

affermato dall’agenzia, o se il governo de-

gli Stati Uniti è ancora in possesso di docu-

menti riservati su UFO / UAP di cui non

siamo ancora a conoscenza. Con l’acquisi-

zione della nuova documentazione dese-

cretata, la raccolta di 2.780 pagine ora di-

sponibile sul sito Web di The Black Vault

rappresenta una vittoria importante per la

libertà di informazione sull’argomento

UFO e una pietra miliare personale per

Greenewald. All’interno dell’archivio, ora

è possibile leggere centinaia di documenti

risalenti alla metà del XX secolo, tramite

singoli PDF o un file ZIP gigante. Purtrop-

po dobbiamo far notare che non tutte le

informazioni sono facilmente leggibili.

Molti dettagli presenti nei documenti sono

oscurati e la qualità complessiva di scan-

sioni e fotocopie non è eccellente, con alcu-

ni documenti piuttosto difficili da leggere,

mentre altri sono più chiari. Il rilascio del-

la documentazione però non contiene nes-

suna prova che il governo degli Stati Uniti

ha nascosto l’esistenza di forme di vita

aliene che visitano la Terra, e coloro che ci

sperano resteranno delusi. Il fenomeno

UFO o UAP sono un argomento molto se-

rio, che riflette resoconti documentati di

incidenti che coinvolgono oggetti o feno-

meni che non possono essere facilmente

identificati o altrimenti spiegati, nemmeno

dagli esperti. I termini che vengono utiliz-

zati per descrivere il fenomeno come AAV

Anomalous Aerial Vehicles non sono né si-

nonimo e tanto meno la prova che esseri

alieni abbiano visitato la Terra, anche se

spesso si tende a fare questa confusione,

soprattutto in ambito giornalistico e sensa-

zionalistico. Da decenni quando si parla di

UFO, ad esempio, si identifica il fenomeno

con possibile presenza di esseri alieni. Pur-

troppo per gli appassionati non è cosi,

UFO è sinonimo di sconosciuto, non identi-

ficato, casomai se un UFO venisse identifi-

cato con la certa presenza di esseri o co-

munque manufatti alieni si dovrebbe parla-

re di IFO o “Identified Flying Object” che

varrebbe per qualsiasi fenomeno identifica-

to. Queste centinaia di rapporti appena de-

secretati offrono innumerevoli letture av-

vincenti di episodi strani e inspiegabili e

danno un enorme contributo ai documenti

storici sugli avvistamenti UFO e su come

vengono gestiti da coloro che fanno parte

della comunità dell’intelligence. Non è

chiaro se la tempistica sia casuale o meno,

ma i servizi di intelligence statunitensi era-

no già obbligati a divulgare pubblicamente

le loro conoscenza sugli UFO già nei pros-

simi mesi, grazie a una clausola sepolta

nella massiccia proposta di legge COVID-

19. Strano ma vero. Il che è un altro modo

per dire che è possibile scoprire ancora di

più sugli UFO quest’anno, se l’archivio

completo della CIA non si rivelasse com-

pleto come dovrebbe. “Chiaro e semplice,

il pubblico ha il diritto di sapere!” ha detto

Greenewald a Motherboard .•

14 Gennaio 2021

La CIA apre tutti i suoi archivi UFO

9